CaliFrancycation

Dickspotting

Posted by on November 14, 2014 in Blog | 9 comments

Dickspotting

Dickspotting Era lo spauracchio degli anni ‘90. Ricordo che mia madre, prima che uscissi di casa, si raccomandava sempre – nell’ordine: - hai preso il fazzoletto (oh, le mamme italiane sono ossessionate dal fazzoletto di stoffa!). - stai attenta al Maniaco. Il Maniaco tanto in voga in quel periodo era un uomo sui 30 anni, guidava la FIAT Panda 4X4, fermava ragazzine adolescenti e, con la scusa di chiedere indicazioni stradali, mostrava loro i gioielli di famiglia a tradimento. Se al momento te la facevi sotto dalla paura, da adulta mi...

read more

Little social miracles – La Luigi goes to HollyHollywood

Posted by on November 13, 2014 in Blog | 7 comments

Little social miracles – La Luigi goes to HollyHollywood

Little social miracles – La Luigi goes to HollyHollywood L’estate scorsa mi rubarono la borsa. Era l’unico accessorio “di valore” che avessi mai posseduto (una Luis Vuitton aka “la Luigi”) regalatami dal fidanzato per il mio trentesimo compleanno. Ogni volta che passeggiavamo per strada lo spingevo casualmente contro la vetrina, in prossimita’ del tanto ambito bauletto, gli facevo scivolare cataloghi sotto il naso con la piega sulla pagina giusta, riempivo virtuali carrelli di Ebay, ho tentato pure di ipnitizzarlo mentre...

read more

The shoeaolic

Posted by on June 4, 2014 in Blog | 1 comment

The shoeaolic

The shoeaolic Ciao, mi chiamo Francesca e sono 5 mesi, 4 giorni e 7 ore che non compro un paio di scarpe. (clap, clap, clap, applauso vigoroso delle altre Shoeaholic come me). E, ancor piu’ incredibile, sono viva!  
Chissa’ perche’ un oggetto che dovrebbe servire per camminare si trasforma in qualcosa capace di annullare istantaneamente tutta la razionalità umana. Io, che sono sempre al verde e colleziono pazientemente i punti Fidaty dell’Esselunga per risparmiare sulla spesa, di fronte ad un paio di scarpe, mi...

read more

La Schwarz-Patente

Posted by on June 4, 2014 in Blog | 0 comments

La Schwarz-Patente

Sul “California Driver Handbook” troneggia sorridente Arnold Schwarzenegger. Non riesco a trattenere un risolino ogni volta che penso che il mio Governatore e’ Terminator, dico io. Consolati, non possiamo trattenere le lacrime al pensiero che il nostro Presidente del Consiglio sia un pagliaccio, mi direte voi. Ops. Sul mio blog non si fa politica, per cui ritiro immediatamente la mano, dopo aver gettato il sasso. Atteniamoci ai fatti. Oggi ho sostenuto l’esame di guida per ottenere la patente californiana: dovevo...

read more

Confessioni di una hostess in pensione

Posted by on June 4, 2014 in Blog | 2 comments

Confessioni di una hostess in pensione

C’e’ stato un tempo, non troppo lontano, in cui mi pagavano per stare in piedi e non fare assolutamente nulla. Questo lavoro si chiama “Hostess“, non ha niente a che fare con gli aerei, si svolge col tacco 12 ben conficcato per terra e, da dove provengo io, e’ altresi’ noto con un altro nome -molto volgare- ma che non posso fare a meno di riportare: “Figa delle Fiere”. Non me ne vogliate, non l’ho coniato io. Attenzione, non che io fossi chissa’ quale prelibato e raro bocconcino:...

read more

In ginocchio da te – A night of blowjobs

Posted by on June 3, 2014 in Blog | 4 comments

In ginocchio da te – A night of blowjobs

Quando venivo lasciata da un fidanzato, di solito mi iscrivevo a tutti i corsi possibili ed immaginabili nella speranza di distrarmi, dimenticarlo e conoscere nuova gente: corso di Latino Americano, tango argentino, cucina e degustazione vini; corso di inglese, spagnolo e cinese perché, con la “gnu economy”, non si sa mai. Tutto questo accadeva prima che mi trasferissi a L.A e conoscessi Nuala (http://thehouseofgoddess.com): anziche’ portarmi ad una lezione di balli caraibici, la mia nuova amica trascina me ed il mio cuore...

read more

The banana girl

Posted by on May 31, 2014 in Blog | 5 comments

The banana girl

The banana killer Avete mai sentito quella storia che narra di due amanti che fanno l’amore, rimangono misteriosamente incastrati l’uno nell’altra e devono chiamare il pronto intervento che li “scastra” davanti a tutto il condominio con conseguente indelebile umiliazione pubblica? 
Beh, io ho sempre pensato si trattasse di una leggenda metropolitana, finchè non mi è successo il “fattaccio della banana“,  scardinando ogni mia convizione su ciò che è reale e ciò che è immaginario.
 Premetto...

read more

L’estetista filosofa

Posted by on May 31, 2014 in Blog | 1 comment

L’estetista filosofa

L’estetista filosofa Dopo aver provato con pessimi e dolorosissimi risultati diverse cerettiste a Los Angeles, ho finalmente e faticosamente scovato Anna. 
Anna è russa, ha circa 45 anni ed una pelle tanto perfetta da far invidia ad una ventenne: il suo segreto è che non si espone MAI al Sole (ho iniziato a credere che sia una vampira o giù di lì).
 Anna ti sdraia sul lettino, ti lascia lì come mamma ti ha fatta e ti chiede, solenne:
“Bikini or Brazilian?. 
Io la prima volta ho risposto Brazilian, perché mi piaceva...

read more

Sexting

Posted by on May 31, 2014 in Blog | 0 comments

Sexting

Biiip. Biiip. “Ti va di fare un gioco?”. Se ricevete un sms del genere dopo mezzanotte, le intenzioni del mittente non potrebbero essere più esplicite: vuole fare sexting. Che ci possiamo fare, gli americani hanno la pessima abitudine di fondere due parole in una: l’hanno fatto con Brad Pitt e Angelina Jolie trasformandoli nei Brangelina (una creatura con due teste –  naturalmente bellissime - circondata da una dozzina di bambini variopinti, provenienti da qualche sperduto incubo di Paese postcoloniale), hanno...

read more

Tuppersex

Posted by on January 20, 2014 in Blog | 0 comments

Tuppersex

Mia madre non e’ mai stata una gran cuoca. La sera, se ti andava bene, trovavi per cena 3 fettine di prosciutto cotto ed un formaggino Mio. La sua concezione di “stasera pesce” era una aprire scatoletta di tonno Rio Mare. Quando sono stata ricoverata all’ospedale per l’appendicite il Menu’ mi sembrava degno di un Hotel a cinque stelle! Ecco perché, quando in casa si diffondeva il profumo della torta di mele, c’era una ed una sola spiegazione plausibile: era il giorno della riunione Tupperware....

read more